Mediazione

Il processo che porta alla mediazione.

Conflitto

A ognuno di noi è capitato di essere in conflitto con qualcuno: un collega, un vicino di casa o un parente. In questo senso il conflitto è un’esperienza di vita dolorosa che tutti sperimentiamo. Il mediatore aiuta ad acquisire strumenti che ci permettono di analizzare e gestire tali situazioni.

Ascolto

Quando ci troviamo in conflitto con qualcuno spesso sentiamo il bisogno di essere ascoltati. Il mediatore è una persona che dispone di competenze per favorire l’espressione dei vissuti emotivi, dei bisogni, degli interessi e delle richieste. Quando veniamo accolti, qualcosa cambia: ci sentiamo meglio e riusciamo a guardare la situazione sotto una luce diversa.

Confronto

Quando viviamo un conflitto siamo emotivamente coinvolti e risulta difficile incontrare l’altra persona. In tali situazioni, il mediatore agevola il confronto con se stessi e con gli altri. Attraverso il dialogo possiamo raggiungere una visione più chiara della situazione e trovare possibili vie d’uscita.

La mediazione è “uno spazio privilegiato per accogliere il disordine, cioè l’insieme dei sentimenti, delle emozioni e dei vissuti che si legano all’esistenza di un conflitto. La mediazione offre la possibilità di esprimere tali sentimenti al fine di trasformarli”.

Jaqueline Morineau, 1998