Esperienze e riflessioni sulla mediazione dei conflitti e le pratiche di sviluppo di comunità
MARCELLA STERMIERI, MARTINA ESPOSITO (a cura di)

In questa epoca di crisi e di disgregazione sociale, la mediazione può prevenire l’insorgere di situazioni emergenziali e favorire la crescita e la coesione sociale delle comunità locali. Il conflitto, infatti, non ha solo una dimensione distruttiva, preponderante quando non viene gestito, ma anche un potenziale evolutivo, che emerge se le persone riescono a rimanere in relazione nonostante le differenze, valorizzando le loro specifiche risorse esistenziali e professionali.
Il volume, rivolto sia ai professionisti (mediatori, educatori, assistenti sociali, operatori sociali, psicologi), sia ai cittadini che desiderano attivare risorse per creare benessere sociale, rende conto di tanti anni di formazione e sperimentazione dello strumento della mediazione dei conflitti nel lavoro sociale e nei progetti di sviluppo di comunità operata dalla Cooperativa Mediando all’interno di un Servizio del Comune di Modena.